Scegli la tua località:

Paese

Le cinque tendenze che daranno forma all’E-Grocery fulfillment nel 2022


Kevin Price
25 gennaio 2022
Food & Beverage
Tempo di lettura: 4 minuti
Le prime cinque tendenze basate sul nostro lavoro con i leader del settore che oggi operano con MFCs e EFCs di successo.
Il 2021 ha risposto ad alcune importanti domande sull’e-grocery fulfillment e su come i retailer possono evadere gli ordini online in modo più efficace attraverso i micro fulfillment centers (MFC) e gli e-grocery fulfillment centers (EFC). Come ha osservato il nostro collega Markus Schmidt, nel suo recente post sulle principali tendenze emergenti nel material handling nel 2022:

“La maggior parte del mercato [Grocery] ha utilizzato il 2021 per comprendere meglio le complessità dell’evasione delle spese online e iniziare ad attuare i cambiamenti organizzativi necessari per supportare una strategia MFC in futuro. Di conseguenza, il 2022 segnerà l'anno in cui praticamente tutti i principali retailer finalizzeranno la loro strategia di e-grocery e molti passeranno alla fase di esecuzione utilizzando micro fulfillment centers automatizzati ".
Con questo post voglio esplorare cinque tendenze a cui i retailer dovranno prepararsi quando inizieranno ad attuare le loro strategie, i miei trend si basano sul lavoro portato avanti con i leader del settore che oggi attuano strategie di MFC ed EFC di successo.
  1. Gli ordini di generi alimentari elettronici diventano più piccoli e più frequenti.
    La grande domanda che ci si poneva nel 2021 era quanto il "ritorno alla normalità" avrebbe influenzato la domanda di servizi di e-grocery. La domanda sarebbe scesa vertiginosamente dai massimi registrati durante i primi giorni della pandemia, o la comodità e il risparmio di tempo offerti dalla spesa online avrebbero comunque convertito i nuovi utenti in clienti abituali?

    Questa domanda ha avuto una risposta definitiva nel 2021. Nonostante la quota di vendita di generi alimentari online sulle vendite totali subisse variazioni su base mensile, la tendenza generale è stata di crescita. Secondo un rapporto della società di consulenza strategica Brick Meets Clicks, la quota del mercato alimentare statunitense rappresentato dalle spese online è cresciuta fino al 10% sulle vendite totali nel 2021, con un aumento di 2 punti rispetto al 2020. Mentre è stata riscontrata una relativa coerenza nella frequenza degli ordini fino al 2021, prevediamo che cambierà nel 2022. 

    Man mano che i consumatori si sentiranno più a loro agio con la spesa online e la comodità che offre, effettueranno ordini di generi alimentari più piccoli e più frequenti. Ciò potrebbe esercitare un'ulteriore pressione sulla produttività e sull'efficienza del prelievo degli ordini in negozio come mezzo per evadere gli ordini online. I MFC e gli EFC consentono una maggiore agilità nel rispondere ai mutevoli profili degli ordini poiché i sistemi di automazione implementati in queste strutture offrono la flessibilità di scalare la produttività e l'inventario in modo indipendente. 
  2. La concorrenza sui tempi di consegna scalda l’ambiente.
    Un’altra conseguenza della maturazione dell'e-grocery è la crescente pressione per ridurre i tempi di evasione degli ordini che si verificheranno nel 2022. Come si è visto nel più ampio mercato dell'e-commerce, man mano che i consumatori si sentono più a proprio agio e dipendono maggiormente dagli acquisti online, si aspettano tempi di evasione degli ordini più rapidi. I player più grandi e meglio finanziati, alimentano queste aspettative riducendo continuamente i tempi di consegna per migliorare le esperienze dei clienti e creare differenziazione.

    L'e-grocery sperimenterà un'evoluzione simile e probabilmente molto più veloce di quella avvenuta in altri segmenti di e-commerce. Naturalmente, nell'adempimento della spesa elettronica, i tempi sono misurati in ore e minuti anziché in giorni. I retailer che fanno affidamento sulla preparazione delle spese  manuale avranno difficoltà a tenere il passo con le aspettative dei clienti, in particolare alla luce del cambiamento dei profili di lavoro in molti mercati.

    Coloro che passano all'automazione devono garantire che i loro sistemi siano ottimizzati per la velocità attraverso strategie avanzate di slotting, massimo utilizzo dell'automazione e orchestrazione tra i processi a monte e a valle. I sistemi automatizzati devono anche essere facili da usare per adattarsi meglio al turnover dei dipendenti e ridurre la fatica.
  3. Niente improvvisate, concentriamoci sul business case.
    Nei primi mesi della pandemia, i retailer sviluppavano piani di evasione delle spese come reazione a una situazione estrema. Il rapido aumento della domanda di servizi di e-grocery ha creato un senso di urgenza che ha oscurato la necessità di un solido business case.
    La velocità di implementazione era fondamentale e la situazione troppo dinamica per un business case completamente sviluppato. Ciò ha portato alcuni ad adottare soluzioni rapide da implementare che non hanno raggiunto le aspettative di costo per ordine.
    Non è più così all'inizio del 2022. I retailer che sviluppano modelli di MFC e di EFC nel 2022 adotteranno un approccio più analitico e a lungo termine, nelle loro decisioni di e-grocery. L'obiettivo non è più rispondere rapidamente a un cambiamento senza precedenti nel mercato, ma creare e ampliare un'offerta di generi alimentari a costo zero. Questo cambiamento è sempre più informato dall'esperienza dei primi utilizzatori le cui strutture hanno soddisfatto e superato le aspettative.
    I fornitori di automazione che hanno lavorato con questi primi utilizzatori sono ora posizionati per aiutare i retailer a determinare la migliore strategia di distribuzione in base ai volumi degli ordini in ciascun mercato e proiettare accuratamente le prestazioni dei centri di evasione ordini automatizzati, entrambi componenti vitali del business case.
  4. Nuove configurazioni di automazione innovative emergenti per affrontare le principali sfide 
    La flessibilità dell'automazione implementata nei MFC e negli EFC consente a questi sistemi di adattarsi a luoghi piccoli e di forma irregolare per adeguarsi ai cambiamenti della domanda. Il 2022 vedrà anche un miglior sfruttamento di configurazioni più innovative che integreranno maggiormente il prelievo manuale con l'automazione. Ne è un esempio sempre più frequente il posizionamento del sistema di automazione basato su movimentazione di cassette che, abitualmente montato a pavimento venga invece montato su soppalco. Le scorte in rapido movimento e deperibili vengono quindi posizionate direttamente sotto il sistema di automazione per migliorare il flusso di materiale attraverso il centro logistico e ottimizzare l'utilizzo dell'edificio e dello spazio.
  5. L'adempimento dell'ultimo miglio in modalità omni-mode aumenta l'attenzione sul consolidamento.
    Quando l'evasione degli ordini online è limitata ad un unico punto di ritiro, il consolidamento e la preparazione degli ordini possono essere relativamente facili da gestire. Ma quando i centri di distribuzione supportano il ritiro e la consegna ai clienti e ai rappresentanti della vendita al dettaglio, il  consolidamento e la preparazione diventano complessi. Gestire i tempi degli ordini nelle varie modalità può creare confusione e richiede più spazio di quello che molti siti hanno a disposizione.

    Ciò sta aumentando l'attenzione sul consolidamento nella pianificazione dei centri di distribuzione della spesa online. Nel 2022 più retailer che utilizzano una strategia di distribuzione hub-and-spoke sceglieranno di automatizzare il consolidamento e la preparazione degli ordini. I sistemi Shuttle si sono rivelati un motore di consolidamento ideale e saranno sempre più abbinati a sistemi di automazione basati su cassette, come AutoStore, per consolidare in modo efficiente i componenti a temperatura ambiente, refrigerati e congelati di un ordine, in base ai programmi di consegna e ritiro.
     
Potrebbe essere un po' presto per dire che l’e-grocery ha raggiunto il massimo livello di maturità, ma sta avanzando rapidamente man mano che i volumi aumentano e più retailer acquisiscono esperienza nell'utilizzo di MFC ed EFC. Nel 2022, quei progressi saranno visti in un'ondata di retailer che lanceranno i loro primi centri di distribuzione e-grocery. Lavorando con partner esperti e sfruttando le lezioni dei primi utenti, queste organizzazioni possono ottenere efficienze in termini di costi e livelli di prestazioni che nessuno era sicuro fossero possibili solo due anni fa. Nel frattempo, i retailer che dispongono già di MFC ed EFC sul mercato si concentreranno sul ridimensionamento dell'uso della strategia e sull'utilizzo della velocità e dell'agilità che queste strutture consentono per creare un notevole vantaggio. Se desideri saperne di più sull'esperienza di Swisslog nella progettazione e implementazione dell'automazione per MFC ed EFC, contattaci oggi stesso.
Informazioni sull’autore:
Kevin Price
Senior Consultant, Corporate Solution Center, Redditch, England.
Ulteriori informazioni su Kevin Price
Cerca tutti i tag
RoboticsCustomer Service and MaintenancePallet AutomationFuture LogisticsCase StudyE-GroceryVlogsSustainabilityVideoSoftwareSmart CitiesVertical FarmingMicro FulfillmentAutoStoreLight GoodsWhite PaperDesign and Planning
Prossimo articolo

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie