Selezionare una lingua:

Micro-Fulfilment nell’era della Post pandemia

Dallo scoppio della pandemia Covid-19, i comportamenti dei consumatori sono cambiati drasticamente. Molti rivenditori di cibo e prodotti essenziali per la casa hanno registrato un aumento colossale della domanda, in particolare per gli ordini online.

Man mano che sempre più persone si sentono a proprio agio con gli acquisti online, la sensazione è quella di entrare a far parte sempre più di una vera rivoluzione digitale. In risposta a questo cambiamento, è tempo che i rivenditori e-commerce e multicanale considerino un nuovo approccio per soddisfare la domanda nella nuova normalità.

"Diventa sempre più chiaro che il futuro appartiene alle organizzazioni che hanno la flessibilità di adattarsi al modo in cui i consumatori danno la priorità nella scelta, nella velocità e nella convenienza dei prodotti, attraverso una vera esperienza omni-canale", spiega Shane Faulkner, Responsabile vendite di Swisslog UK. "Questa flessibilità può essere ottenuta attraverso una strategia di micro-fulfilment."

Una strategia di distribuzione micro-fulfilment può comportare il riutilizzo di spazi commerciali urbani esistenti o chiusi, come i centri di vendita/distribuzione ibridi. Questi “hub” supportano non solo la consegna più rapida degli ordini, ma anche l'opportunità di offrire ai consumatori la possibilità di consegna a domicilio o ritiro in negozio. La tendenza era comunque già in forte espansione in tutto il panorama del commercio al dettaglio ed è stata ora accelerata dalla crisi del Covid-19.

Aspettative dei consumatori post-pandemia
Durante il periodo di blocco, lo shopping online è passato dall'essere solo un vantaggio a un metodo per rimanere al sicuro e, per alcuni, una necessità. Per i rivenditori, questo significa che il negozio online non è più la forma secondaria di vendita dei prodotti, ma ne è la principale fonte di affari.
Poiché il livello di sicurezza fuori è sempre vacillante, molti consumatori si sentono più a loro agio a continuare a fare acquisti online invece di avventurarsi nell'ignoto. In effetti, un recente sondaggio di oltre 3.500 consumatori di Salesforce Research ha mostrato che il 68% degli intervistati prevede di continuare ad acquistare beni essenziali online dopo che gli effetti del virus si saranno attenuati.

"Dubito fortemente che vedremo le abitudini dei consumatori tornare ai livelli pre-pandemici", afferma Shane. "È evidente che le aziende che ancora lottano per far fronte all'impatto della crisi devono adottare una nuova strategia che avvicini le loro scorte ai clienti".

Hub manuali vs automatizzati
Avere una rete esistente di negozi al dettaglio riduce significativamente i costi e aumenta la velocità con cui può essere implementata una strategia di micro-fulfilment. Ciò lo rende un'opzione particolarmente interessante per i rivenditori multicanale che sperimentano questo cambiamento nell'attività di consumo.
Con la distanza sociale in prima linea nelle priorità di tutti, l'adozione di un approccio manuale all'interno di questi hub rappresenta una sfida. Il numero di personale consentito in loco in qualsiasi momento può ostacolare gli sforzi dei rivenditori per stare al passo con le velocità di evasione richieste dal mercato. Shane spiega perché l'automazione fornisce la migliore soluzione per il micro-fulfilment:
"I sistemi flessibili da merce a persona ribaltano il modello di magazzino tradizionale", spiega. "Invece dei lavoratori che viaggiano su e giù per i corridoi dell'inventario per prelevare i prodotti, i sistemi di merci alla persona portano la merce al punto di prelievo, consentendo un più rapido completamento e allontanamento sociale per il personale".

Tecnologie per il micro-fulfilment
Il sistema Swisslog CarryPick è costituito da scaffalature mobili, veicoli robotizzati mobili automatizzati (AMR), postazioni di lavoro e software. Le postazioni di lavoro multifunzionali sono fornite con rack mobili dagli AMR. Il sistema, controllato da software, combina lo stoccaggio con le funzionalità di rifornimento e prelievo e gestisce i resi in modo molto efficiente.
"CarryPick è un sistema automatizzato di stoccaggio e prelievo di merci da persona a persona progettato per applicazioni in cui la variabilità del prodotto, i tempi di consegna e l'efficienza dei costi sono fondamentali", spiega Shane. "Si adatta a edifici esistenti con soffitti bassi e può essere ampliato e trasferito con breve preavviso, rappresentando una soluzione ideale per una strategia di micro-fulfilment”.
Un'altra soluzione automatizzata di merce alla persona da considerare è il sistema AutoStore di Swisslog. Consiste in una griglia tridimensionale di contenitori autoportanti che vengono spostati nelle stazioni di prelievo da robot operanti in modo indipendente.

Shane afferma: “AutoStore è ideale per la gestione di volumi elevati di SKU per piccoli ordini e prelievi piccoli sia veloci che lenti, offrendo un'eccezionale densità di stoccaggio e un alto grado di flessibilità per la configurazione dimensionale. Può essere adattato in edifici esistenti e può essere configurato per adattarsi a diverse altezze di edifici, coprire più livelli e persino circondare ostacoli, come pilastri o muri. È un'altra ottima opzione per i rivenditori che desiderano investire nel micro-fulfilment".
Swisslog si è già dimostrato un partner ideale per i centri di micro-fulfilment nelle catene di negozi di tutto il mondo, tra cui H-E-B. La catena con sede negli Stati Uniti ha recentemente collaborato con Swisslog per distribuire una serie di centri di micro-fulfilment automatizzati per supportare l'attività di ritiro e consegna dal negozio della catena.

Passare al micro
Le aziende di e-commerce hanno avuto il vantaggio di non essere appesantite dalla storia. Sono stati in grado di sviluppare centri di micro-fulfillment basati esclusivamente sui requisiti del commercio elettronico. Ora, c'è un'opportunità per i rivenditori tradizionali di scavalcare lo stato attuale della tecnologia riconfigurando la rete di vendita al dettaglio esistente per supportare una strategia di micro-fulfillment.
Le aziende che avranno successo con il micro-fulfillment saranno quelle che sviluppano hub di distribuzione nelle aree urbane, più vicini ai loro clienti. Con la scelta tra consegna rapida e semplice raccolta su strada, i rivenditori possono offrire ai propri clienti una situazione vantaggiosa per tutti.
La tecnologia per supportare in modo conveniente questa strategia è oggi disponibile sotto forma di sistemi merci alla persona. Shane conclude: "Il principio guida per prendere decisioni sugli investimenti necessari per trasformare queste strutture è la flessibilità".


Impostazioni cookie OK

Questo sito web utilizza i cookie (per saperne di più) per offrivi l’assistenza migliore anche online. Se si continua a navigare sul nostro sito web, utilizziamo solo i cookie necessari dal punto di vista tecnico. Cliccando su ""OK"", si accetta anche l'utilizzo di cookie di marketing. Con un clic su ""Impostazioni cookie"" è possibile selezionare quali cookie utilizziamo.

Impostazioni cookie